Infortuni sul lavoro, è allarme Nel 2017 sono stati 349 in più

Infortuni sul lavoro, è allarme
Nel 2017 sono stati 349 in più

Determinante nella crescita l’aumento degli incidenti sul percorso tra casa e lavoro.

Nuovo aumento degli infortuni sul lavoro in provincia di Bergamo (come nel resto della Lombardia): Il 2017 si avvia dunque ad essere ricordato come un anno pesante, in cui il numero di vittime sui luoghi di lavoro è tornato a crescere. Lo anticipano i dati dell’Inail, rielaborati dalla Cisl, relativi ai primi 11 mesi dell’anno scorso.

Nella Bergamasca le denunce per infortunio sono aumentate del 2,7%, più della media regionale (+2,2%), posizionando la nostra provincia al terzo posto in Lombardia per quantità di incidenti. Da gennaio a novembre ne sono stati segnalati 13.170, in termini assoluti ben 349 in più rispetto al 2016, in pratica mediamente uno in più al giorno. Solo Milano e Brescia hanno fatto peggio. Quando si parla di morti sul lavoro i dati riguardano anche i bergamaschi deceduti fuori dalla provincia e gli infortuni in itinere, ovvero quelli accaduti sulla strada nel percorso casa-lavoro. E sono proprio questi, secondo i sindacati ad aver contribuito in maniera determinante all’aumento generale.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 23 gennaio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA