Investita mentre attraversava la strada Fratture e traumi per la bambina di 8 anni
Il luogo dell’incidente (Foto by Colleoni)

Investita mentre attraversava la strada
Fratture e traumi per la bambina di 8 anni

Ha diverse fratture e traumi, ma fortunatamente non è in pericolo di vita. Resta grave la bambina investita martedì pomeriggio 18 febbraio in piazzale Risorgimento, a Bergamo.

La piccola stava attraversando la strada tra le auto ferme al semaforo di piazzale Risorgimento, ma è sbucata all’improvviso sulla corsia opposta, dove invece stava arrivando una Ford C-Max che l’ha purtroppo investita. Una bambina di 8 anni (ne compirà 9 il prossimo ottobre), nata e residente in città e di famiglia di origine extracomunitaria, è rimasta gravemente ferita martedì pomeriggio, attorno alle 16,45 a Loreto. La piccola ha riportato un violento trauma facciale, oltre a varie contusioni che i medici del Papa Giovanni di Bergamo stanno curando. La bambina non è fortunatamente in pericolo di vita ed è anche sempre rimasta cosciente dopo il grave incidente e durante i soccorsi.

Martedì pomeriggio la bambina con la sorella quindicenne si trovavano nel piazzale e, dopo aver attraversato l’area pedonale, si sono dirette verso la strada carrabile che collega via Bonomini con via Broseta. All’improvviso – stando al racconto dei testimoni – la bimba di 8 anni si sarebbe messa a correre tra le auto che erano incolonnate verso via Broseta, dove c’era il semaforo rosso. Passando tra due vetture ferme, la piccola è però finita al centro della carreggiata, dove però, dalla direzione opposta e dunque da via Broseta verso via Bonomini, le vetture stavano regolarmente procedendo, anche se non a velocità sostenuta. Di fatto – come ha raccontato alla polizia locale – un automobilista trentacinquenne di Mapello si è trovato la bambina davanti all’improvviso, sbucata tra le auto alla sua sinistra. Ha immediatamente inchiodato con la sua Ford, ma l’impatto – violento – è stato purtroppo inevitabile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA