«Io non ho paura, punto sulla qualità» A 19 anni riapre la storica macelleria
Da sinistra Florindo Roggeri, il sindaco Gennaro Bellini e il giovanissimo Matteo Archetti

«Io non ho paura, punto sulla qualità»
A 19 anni riapre la storica macelleria

Il giovane Matteo Archetti ha rilevato il negozio in località Tremellini a Foresto Sparso. Domenica 1 dicembre il debutto. Ci sarà anche il sindaco: sostegno ai negozi di paese e ai giovani coraggiosi.

Ha 3.100 abitanti Foresto Sparso ed è, appunto, sparso tra il centro e le molte frazioni. Ma pochi, pochissimi negozi e nemmeno un alimentari «puro»: solo due minimarket a gestione familiare. Colpa un po’ del calo dei consumi, un po’ del crollo del potere di acquisto delle famiglie, del commercio online e della concorrenza della grande distribuzione. Tutte cose che non hanno spaventato un giovane, anzi, un giovanissimo: Matteo Archetti ha 19 anni, viene da Paratico, appena di là del lago, e domenica 1 dicembre in località Tremellini riapre la storica macelleria di Florindo Roggeri, che aveva chiuso i battenti tre anni fa.

«Aprire un negozio di macelleria in un paese, in questo periodo, vuol dire avere una buona dose di coraggio, è come lanciarsi nel vuoto – esordisce Matteo –. Io però non ci sto, non sono uno che si arrende. Il lavoro non mi spaventa e il pensiero di lavorare nelle guarnizioni, come tanti miei coetanei, non mi sfiora nemmeno. Credo che la mia bottega abbia tutte le carte in regola per continuare la storia iniziata dal mio predecessore: qualità, servizio e cortesia».


Leggi la storia di Matteo Archetti acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1 dicembre 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA