La fonduta belga Versione alla Bruxelloise

La fonduta belga
Versione alla Bruxelloise

La ricetta (quasi) perfetta preparata dagli studenti della classe 3a A dell’Istituto Alberghiero di San Pellegrino.

La fonduta è un piatto a base di formaggi a pasta dura tipico della tradizione di molti paesi europei, in particolare della Svizzera, della Francia, e dell’Italia. Nella cucina italiana è sicuramente molto conosciuta la versione Valdostana preparata con la fontina ma noi potremmo utilizzare anche i formaggi delle nostre valli come il Branzi, la Casera o il Bitto.

Qui proponiamo la versione belga. Questa fonduta ha la particolarità di dover essere raffreddata, impanata e fritta. Noi abbiamo pensato di servirla in un piatto assieme ad un contorno ma potrebbe essere anche messa in un cartoccio e diventare uno sfiziosissimo street food.

Ingredienti (per quattro persone)
Latte 250 gr
Burro 30 gr,
Farina 40 gr,
Fontina tagliata a dadini 75 gr
1 tuorlo d’uovo
Sale q.b.
Pepe q.b.
Noce moscata q.b.

PREPARAZIONE

Per preparare la besciamella: sciogliere il burro, amalgamare con la farina e mescolare per 2 minuti, aggiungere il latte caldo e mescolare fino a quando non si sarà addensato. Al composto aggiungere la fontina e farla sciogliere, aggiungere il tuorlo e insaporire con gli aromi. Versare in una sache a poche, mettere in frigo e far raffreddare. Una volta freddo tirare dei filoni, ottenere delle palline, impanarle con farina, uovo e pan grattato e friggere; asciugare e servire con salsa di pomodoro e giardiniera.

Questo piatto si abbina molto bene ad un vino bianco sia fermo che mosso, meglio se aromatico o un po’ fruttato come il Riesling.


© RIPRODUZIONE RISERVATA