Lombardia, pubblicata la manifestazione d’interesse per aprire nuovi hub vaccinali

Areu Lombardia (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) ha pubblicato la manifestazione di interesse per la «verifica della presenza di aree idonee a essere adibite a centri vaccinali di prossimità regionali». Fontana: «Cercheremo di estendere la possibilità nei luoghi in cui c’è molta affluenza di persone, dove è più facile raggiungere tutti i cittadini: per esempio, le stazioni della metropolitana di Milano o la grande distribuzione»

Lombardia, pubblicata la manifestazione d’interesse per aprire nuovi hub vaccinali

«Sottolineo l’importanza di questa procedura - commenta il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana - che sarà fondamentale per andare a reperire nuovi spazi necessari all’erogazione delle terze dosi. Cercheremo di estendere la possibilità di vaccinare nei luoghi in cui c’è molta affluenza di persone, dove è più facile raggiungere tutti i cittadini. Abbiamo immaginato, ad esempio, a luoghi come le stazioni della metropolitana di Milano o alla grande distribuzione dove, comunque, saranno garantite tutte le condizioni di sicurezza previste per operazioni di questo genere grazie alla presenza costante di personale medico e paramedico».

«Proprio in questi giorni - continua Fontana - stiamo vedendo come le vaccinazioni stiano consentendo alla Lombardia di rimanere in fascia bianca e al sistema sanitario di reggere. Pertanto mi auguro che questo bando possa riscuotere grande interesse non solo a Milano, ma anche nelle altre province».

Di seguito i «passaggi» più importanti del testo pubblicato.«Per motivi di distribuzione regionale dei centri vaccinali - si legge - riveste particolare importanza l’area della cintura metropolitana milanese e, in particolare la zona sud-est. Le aree e le infrastrutture dovranno essere concesse in uso a titolo gratuito per la durata della campagna vaccinale per la somministrazione della terza dose, prevedibile per un periodo stimato in 6 mesi dalla data di entrata in funzione dei singoli centri vaccinali di prossimità . La definizione degli aspetti giuridici e tecnici verrà dettagliata in un successivo accordo tra le parti».

Areu, si legge ancora nel testo fornirà per lo svolgimento dell’attività di somministrazione dei vaccini il personale sanitario, tecnico e amministrativo; il materiale di consumo e lo smaltimento dei rifiuti speciali . Il bando indica anche le caratteristiche preferenziali delle aree proposte, quali ad esempio l’ubicazione rispetto alle esigenze distributive regionali; l’accessibilità e la possibilità di parcheggio; la fruibilità in termini dimensionali ed impiantistici; la disponibilità di servizi accessori come l’approvvigionamento di pasti per il personale operatore.

Le domande dovranno essere presentate via PEC alla mail [email protected] .

La manifestazione di interesse è da ritenersi «aperta», con data di scadenza correlata al termine dello stato di emergenza.

A questo link è possibile scaricare il bando e gli allegati.

La Regione ricorda anche la grande diretta social e sulle tv, prevista nel pomeriggio di lunedì 29 novembre - con la partecipazione di esperti clinici (sono stati invitati, fra gli altri, Alberto Mantovani, Carlo Signorelli, Giuseppe Remuzzi, Sergio Abrignani, Andrea Gori, Marina Picca ndr.) per diffondere «un’informazione chiara, corretta e scientifica sulla vaccinazione anti-Covid e sulla stessa malattia da Covid e per sensibilizzare i cittadini sull’importanza di continuare a vaccinarsi».

È già possibile inviare domande alla mail [email protected] o mandare un messaggio whatsapp al numero 334.6324686.

© RIPRODUZIONE RISERVATA