«Manifesto strampalato pieno di bugie» Il centrosinistra risponde alle affissioni

«Manifesto strampalato pieno di bugie»
Il centrosinistra risponde alle affissioni

«Un manifesto pieno di inesattezze, di bugie, strampalato e assurdo: solo questo si può dire della campagna di affissione del centrodestra, avviata in questi giorni in città».

. Un elenco di opere mai realizzate, mai avviate, situazioni aggirate e anche ignorate: prese singolarmente, la maggior parte delle critiche mosse dal centrodestra all’Amministrazione Gori sono l’ammissione del fallimento di cinque anni di Tentorio. Un autogol colossale». Inizia così la risposta del centrosinistra ai manifesti comparsi in città, risposta firmata da Federico Pedersoli, segretario cittadino del Pd Bergamo, Maurizio Betelli, coordinatore della Lista Gori, Federica Bruni , capogruppo patto civico e Luciano Ongaro, capogruppo del Sel.

La risposta analizza uno per uno i temi caldi toccati dai manifesti: «Accademia Carrara: quando Tentorio è stato eletto Sindaco la Carrara era chiusa per lavori, quando non è stato confermato alle elezioni del 2014, la Carrara era chiusa per lavori. Abbiamo ereditato un cantiere infinito, avviato dall’Amministrazione Bruni, mai concluso, che nel giro di pochi mesi la Giunta Gori ha saputo portare a conclusione».

E poi: «Guardia di Finanza ai Riuniti: l’unica cosa che la Giunta Tentorio è riuscita a fare era confermare 100.000 mq di sviluppo immobiliare con ancora altra residenza. Se non ci fosse stata l’iniziativa dei parlamentari bergamaschi e l’azione della Giunta Gori, l’accordo per la nuova sede dell’Accademia di Guardia di Finanza sarebbe al di là da venire».

«Caserma Montelungo: la Giunta di centro destra non sapeva che pesci pigliare. L’unica idea, elaborata dagli Ordini ed ANCE, era arrivata, per la lentezza cronica di Tentorio&C., fuori tempo massimo e lo dimostra il fatto che il Demanio, allora unico proprietario, non hai mai dato nemmeno una risposta, decidendo al contrario di venderla a CDP, riportando tutto al punto di partenza. La Giunta Gori, in meno di un anno ha sottoscritto con il nuovo proprietario un accordo che prevede l’inserimento, per la prima volta in città, di una residenza universitaria e di un centro sportivo aperto a tutti i cittadini, dando un futuro, fino ad ora mai reso possibile, a quel contenitore».

Non manca San’Agata: «Il centrodestra si è portato a casa l’ex carcere con un progetto che è miseramente fallito, perché non aveva nessuna possibile sostenibilità economica. Ora ricostruiamo sulle macerie, con proposte che dovranno essere più sostenibili e realistiche, per valorizzare un edifico che deve essere restituito alla vivacità e alla bellezza del suo antico borgo».

«L’Ex Diurno destinato ai giovani è come Sant’Agata destinato ad un albergo di lusso. Una idea che non va da nessuna parte se non si sa come realizzarla. Quello che stiamo facendo, collaborando con il Demanio, proprietario dell’immobile, è costruire le migliori condizioni per attrarre investimenti».

«Non parliamo delle nuove circoscrizioni, un progetto contro al quale votò anche il Consigliere delegato alla Partecipazione e al decentramento della stessa Amministrazione Tentorio. Noi a contrario abbiamo avviato un processo di decentramento mirato a valorizzare le reti sociali e la partecipazione dei cittadini».

Infine: «Il cantiere del parcheggio dell’ex Parco Faunistico era fermo già all’insediamento dell’Amministrazione Tentorio: 5 anni dopo, al termine del suo mandato, il cantiere del parco Faunistico era ancora fermo. Alla faccia dell’ottimo progetto già avviato. In un anno e mezzo l’Amministrazione Gori ha ripreso in mano la faccenda e i lavori ripartiranno con tutta probabilità entro l’anno.E così anche per l’ex gasometro».

Sulla sicurezza? «E basta anche con la litania sulla sicurezza: i dati della Prefettura sono in chiara controtendenza e indicano un calo dei reati in città. Ottima la collaborazione tra la Polizia locale e le forze dell’ordine».

«Si potrebbe proseguire smontando ogni singolo punto di un manifesto davvero pieno di falsità. In 18 mesi l’Amministrazione Gori ( e un sindaco che lavora a tempo pieno per il bene della città) ha fatto infinitamente di più che la precedente Giunta di centrodestra in cinque anni di mandato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA