Movida, divisi i commercianti Venerdì a rischio in Santa Caterina

Movida, divisi i commercianti
Venerdì a rischio in Santa Caterina

I «Venerdì del borgo» non si faranno. Anzi, contrordine, forse sì. Le serate che hanno dato vita alla movida di Borgo Santa Caterina diventano un caso politico e l’associazione dei commercianti si spacca. L’unica certezza è che nel Borgo d’oro, una «Notte bianca» si terrà.

La querelle si è aperta sul profilo Facebook de «I Venerdì del borgo»: «Dopo quindici edizioni non ci sono attualmente le condizioni per dare luogo ai tanto attesi “Venerdì del Borgo”, concepiti dai commercianti della via per le famiglie e i giovani. Abbiamo fatto oltre il possibile per riuscire a soddisfare tutte le richieste dell’amministrazione comunale e di una piccola parte di vicinato».

La nota, scritta da una parte dei commercianti, in particolare i gestori dei locali notturni, ricorda la riduzione del numero di serate, dell’orario di apertura, dei decibel. E ancora le costose misure antiterrorismo. «L’insieme di queste imposizioni – chiude la nota –, senza nessun tipo di aiuto o collaborazione dell’amministrazione, ha impoverito la festa, rendendo troppo problematica l’organizzazione. Se ci verranno date garanzie sul miglioramento delle condizioni siamo pronti a dare continuità all’evento».

Porge subito la mano il candidato sindaco per il centrodestra Giacomo Stucchi: «Gli esercizi commerciali sono in sofferenza e continuano a chiudere. Borgo Santa Caterina annuncia la sospensione delle sue splendide notti bianche a causa della totale assenza di collaborazione da parte dell’amministrazione Gori. Questi sono i fatti, ben diversi dagli slogan del sindaco uscente». Diverso è il parere dell’Associazione commercianti di Borgo Santa Caterina. La presidente Pina Auricchio, con il presidente del Duc Nicola Viscardi dichiarano di «non voler essere strumentalizzati. Il comunicato de «I venerdì del Borgo» non proviene dall’Associazione commercianti, che organizza tradizionalmente l’appuntamento estivo. L’associazione sta lavorando con il Duc e il Comune all’organizzazione di una «Notte Bianca» e non ha ancora valutato l’opportunità di organizzare i tradizionali «Venerdì» visto che si stanno rinnovando le cariche associative, tale decisione sarà demandata al futuro direttivo». Da Palafrizzoni, nessun commento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA