Multe più salate per chi guida Arrivano gli aumenti - Ecco quali

Multe più salate per chi guida
Arrivano gli aumenti - Ecco quali

Inizieremo il nuovo anno guidando con più cautela: dal primo gennaio 2019, infatti, le multe saranno un po’ più care.

La misura delle sanzioni amministrative pecuniarie previste dal Nuovo codice della strada infatti, vengono aggiornate ogni 2 anni. L’ultima variazione risale al 2016 e quest’anno riparte di nuovo.

L’aggiornamento è calcolato sulla base dell’intera variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, media nazionale, verificatasi nel biennio compreso tra il 1° dicembre 2016 ed il 30 novembre 2018.

Secondo Adiconsum quest’anno, in particolare, l’indice ha rilevato un aumento del 2,2%. Ecco qualche esempio: parcheggiare in divieto di sosta comporterà una multa da 42 euro (+1euro rispetto al 2018). Ma anche: non indossare le cinture di sicurezza ci costerà 83 euro (+2 euro rispetto al 2018), le violazioni alle Ztl e alle corsie bus da 81 a 83, l’uso del cellulare alla guida aumenterà da 161 a 165 euro, l’omessa revisione da 169 a 173 euro, l’eccesso di velocità non oltre 10 km/h rispetto al limite da 41 a 42 euro, quello fra 40 e 60 km/h da 532 a 545 euro e quello dai 60 km/h oltre il limite da 829 a 849 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA