«Nastro Rosa», sold out le visite gratuite negli ospedali Humanitas Gavazzeni e Castelli

Esaurite le 120 visite senologiche gratuite che Humanitas Gavazzeni e Castelli hanno messo a disposizione della campagna «Nastro Rosa» della Lilt Bergamo per sensibilizzare le donne alla prevenzione del tumore della mammella.

«Nastro Rosa», sold out le visite gratuite negli ospedali Humanitas Gavazzeni e Castelli

Sono già tutte esaurite le 120 visite senologiche gratuite che Humanitas Gavazzeni e Castelli, credendo fortemente all’iniziativa e sostenendola con la sua Breast Unit, hanno messo a disposizione della campagna Nastro Rosa della Lilt Bergamo per sensibilizzare le donne alla prevenzione del tumore della mammella. Le prenotazioni, online dal 27 settembre, in pochi giorni sono andati esaurite: segno come sempre di un’importante attenzione alla prevenzione da parte delle donne e di una ripresa dei controlli annuali a causa della pandemia.

«Nel 2020, per la pandemia prima e per la paura di tornare negli ospedali poi, molte pazienti non hanno fatto la giusta prevenzione. Sono circa il 42% le diagnosi sconosciute o che sono state ritardate. Oggi invece le donne sono tornate a fare prevenzione, dalla visita agli esami strumentali», commenta Massimo Grassi, responsabile Senologia e Breast Unit di Humanitas Gavazzeni.

«È ormai un dato certo che una sana prevenzione ci permette di effettuare una diagnosi precoce e quindi di ottenere risultati entusiasmanti. Ed è giusto iniziare la prevenzione in giovane età: una visita senologica, come quella ginecologica, deve far parte degli impegni di ogni donna a partire dai vent’anni», sottolinea il dottor Massimo Grassi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA