Creattiva sospesa: non aprirà il 5 marzo Oriocenter chiude alle 20, autobus regolari
Il mercato di via Spino, vuoto dopo l’ordinanza

Creattiva sospesa: non aprirà il 5 marzo
Oriocenter chiude alle 20, autobus regolari

Uffici, negozi, supermercati aperti. Chiusi i centri di aggregazione e le attività sportive. Gli esercizi nei grandi centri commerciali dovranno restare chiusi il sabato e la domenica, ad eccezione di quelli che vendono generi alimentari. Leggi tutte le informazioni per questa settimana di «chiusure».

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, hanno firmato un’ordinanza con la quale, si dispongono una serie di provvedimenti per l’intero territorio della Lombardia. In particolare, fatto salvo quanto già disposto con le norme e le ordinanze per i Comuni compresi nella «zona rossa» di Codogno, Castiglione D’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano, per il restante territorio della Regione Lombardia valgono le seguenti disposizioni.

A Bergamo e in tutta la provincia bergamasca sono previsti:

1) la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico;

2) chiusura dei nidi, dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonchè della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani a esclusione di specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;

3) la sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei, dei cinema e degli altri istituti e luoghi della cultura;

4) la sospensione di ogni viaggio d’istruzione, sia sul territorio nazionale sia estero;

5) la previsione dell’obbligo da parte degli individui che hanno fatto ingresso in Lombardia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione mondiale della Sanità, di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, che provvede a comunicarlo all’autorità sanitaria competente per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva;

Per quanto riguarda la chiusura di tutte le attività commerciali, ad esclusione di quelle di pubblica utilità e dei servizi pubblici essenziali (di cui agli articoli I e 2 della legge 12 giugno 1990, 146, ivi compresi gli esercizi commerciali per l’acquisto dei beni di prima necessità), le chiusure delle attività commerciali sono disposte in questi termini:

- bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento aperto al pubblico sono chiusi dalle ore 18.00 alle ore 6.00; verranno definite misure per evitare assembramenti in tali locali;

- per gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali è disposta la chiusura nelle giornate di sabato e domenica, con eccezione dei punti di vendita di generi alimentari;

- per le manifestazioni fieristiche, si dispone la chiusura. Chiusi anche i mercati.

«La presente ordinanza ha validità fino a domenica 1 marzo 2020 compreso, fatte salve eventuali e ulteriori successive disposizioni».

Segnaliamo inoltre che: da lunedì 24 febbraio saranno chiusi una serie di uffici pubblici. Sarà chiusa la sede Inps fino a data da destinarsi, chiusi gli uffici dell’Ordine degli avvocati (sia di via Borfuro che di piazza Dante) sino a lunedì 2 marzo. Sospesa l’attività dell’Organismo di mediazione: gli incontri fissati tra oggi e venerdì 28 saranno rinviati a nuova data. Oggi e martedì 25 febbraio saranno chiusi tutti i Centri per l’impiego della Provincia di Bergamo, mentre la questura informa che gli uffici Informazione della divisione Polizia amministrativa e sociale - ufficio Passaporti e ufficio Immigrazione della questura di Bergamo e del commissariato di Treviglio saranno chiusi fino a data da destinarsi. È possibile contattare via email gli uffici agli indirizzi: uffpassaporti.quest.bg@pecps.poliziadistato.it o al numero 035.276732 dalle 13,30 alle 16,30 ogni giorno, immig.quest.bg@pecps.poliziadistato.it o i numeri 035.276717-579-701 dalle 9,30 alle 12,30. Per il commissariato comm.treviglio.bg@pecps.poliziadistato.it o 0363.31331 dalle 9,30 alle 12,30.

Chiuse nella mattinata di lunedì 24 febbraio le attività ambulatoriali e quindi anche le sedute vaccinali per tutta la settimana fino a nuovo ordine all’ospedale di Alzano. La comunicazione è dell’Asst Bergamo est.

Inoltre, Anaci Bergamo informa tutti i condòmini amministrati dai propri associati che a seguito dell’ordinanza della Regione Lombardia emanata in data di ieri 23/2/2020 e del comunicato pubblico delle sede nazionale, è suggerita la sospensione di ogni assemblea di condominio già convocata ed è altrettanto suggerito di non convocare nuove assemblee. I nostri associati invieranno quindi le rispettive comunicazioni agli interessati avvisando della sospensione delle assemblee fino a data da destinarsi.

La Procura di Bergamo, guidata da Maria Cristina Rota, ha deciso di chiudere l’accesso al pubblico a tutti gli uffici e alle segreterie dei pm, per evitare la diffusione del contagio del coronavirus, e di trasferire per i prossimi giorni le varie attività di interfaccia col pubblico, principalmente avvocati, online.

– ATB e TEB comunicano che il servizio di autobus, funicolari e tram, in accordo con quanto indicato dalle Autorità, si sta svolgendo regolarmente e viene garantito su tutta la rete di trasporti pubblici locali nei comuni serviti da ATB e TEB.

In particolare, in ottemperanza all’ordinanza emessa dalla Regione Lombardia disposta in relazione all’evolversi della situazione del virus COVID-2019, si comunica che essendo sospesa ogni attività scolastica il servizio ridotto di autobus, funicolari e tram, già previsto fino a martedì 25 febbraio in occasione delle festività del Carnevale, viene esteso fino a sabato 29 febbraio 2020.

Il servizio prevede l’applicazione dell’orario del sabato senza corse scolastiche per autobus e funicolari e l’orario feriale non scolastico per i tram.

ATB e TEB stanno inoltre predisponendo ulteriori misure di sanificazione di tutti i mezzi in servizio e degli uffici aziendali aperti al pubblico.

Anche il mondo del terziario si prepara ad affrontare l’emergenza Coronavirus. Ascom Confcommercio Bergamo si è attivata nel comunicare a tutti i soci le nuove disposizioni e ha diffuso un vademecum di buone prassi per lo svolgimento dell’attività lavorativa, i cui punti principali sono riassunti in una locandina da esporre nei negozi e nei locali. «In questo momento di emergenza sanitaria stiamo facendo tutto il possibile per aiutare le aziende associate ad affrontare la situazione- dichiara Oscar Fusini, direttore Ascom Confcommercio Bergamo-. In queste ore abbiamo raccolto le domande e i dubbi sul tema dai nostri imprenditori associati, in attesa di nuove disposizioni delle autorità». Come ha ricordato il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli,«bisogna agire in modo rapido per evitare la paralisi. Sono necessarie misure eccezionali, come la sospensione delle scadenze, contributive e fiscali, l’estensione del fondo integrazione salariale, l’attivazione della cassa integrazione in deroga, la sospensione dei premi assicurativi come già avvenuto per eventi sismici del passato, moratoria sui mutui e indennità per i lavoratori autonomi».

Ascom ricorda, rispetto all’ordinanza di Regione Lombardia e Ministero della Salute emanata domenica, che gli esercizi che non subiscono limitazioni sono: i negozi alimentari, i negozi non alimentari di vicinato, i ristoranti, pizzerie e trattorie, gli ambulanti alimentari itineranti. Quanto, invece, agli esercizi che subiscono limiti, si evidenzia l’obbligo di chiusura dalle 18 alle 6 per bar , locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento; l’obbligo di chiusura il sabato e la domenica nei centri commerciali. Per gli ambulanti non alimentari, infine, vige l’obbligo di chiusura il sabato e la domenica. Su questo punto Ascom sta raccogliendo le varie indicazioni dei comuni, dato che lo svolgimento o la sospensione dei mercati è di loro competenza.

Sospesa alla Fiera di Bergamo anche Creattiva, in programma da giovedì 5 marzo a domenica 8 marzo. «In un momento così delicato per il nostro Paese – sottolinea Fabio Sannino, presidente di Ente Fiera Promoberg - siamo a fianco di tutte le istituzioni e della comunità scientifica e le ringraziamo per le competenze e gli sforzi messi in campo per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Promoberg continuerà a monitorare attentamente l’evolversi della situazione, seguendo scrupolosamente quanto indicato dalle autorità competenti, informando tempestivamente le imprese e gli utenti in caso di ulteriori aggiornamenti e/o provvedimenti riguardanti le proprie fiere in calendario».

Per garantire una gestione adeguata e proporzionale della situazione legata alla diffusione del virus CODIV-19, Oriocenter e tutti i suoi 280 negozi si attengono a quanto prevede l’ordinanza regionale e, quale ulteriore misura di contenimento e tutela, la chiusura del centro sarà anticipata alle ore 20.00. Oriocenter resterà chiuso sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo, gli eventi in programma sono stati tutti rimandati a nuova data e Uci Cinema Orio è chiuso già dal pomeriggio di domenica 24 febbraio e lo sarà fino a domenica 1 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA