Nizza, ritrovata una donna dispersa «Una ventina di italiani da rintracciare»
Controlli di polizia a Nizza (Foto by Ansa)

Nizza, ritrovata una donna dispersa
«Una ventina di italiani da rintracciare»

È stata ritrovata in ospedale, dalla figlia, Marinella Ravotti, la 55enne di San Michele Mondovì (Cuneo) di cui si erano perse le notizie dopo la strage di Nizza. Sono scesi a una ventina gli italiani ancora da rintracciare.

È ricoverata al «Pasteur» in Rianimazione in una stanza accanto a dove si trova il marito, Andrea Avagnina. Ha subito numerosi traumi e anche il viso è tumefatto, la figlia Beatrice l’ha riconosciuta dagli anelli. A renderlo noto all’Ansa è una cugina della donna ferita, a San Michele Mondovì.

Sono scesi a una ventina gli italiani ancora da rintracciare dopo l’attentato di giovedì scorso sulla Promenade des Anglais. Lo ha precisato il console generale a Nizza, Serena Lippi, che con altri funzionari sta incrociando i vari elenchi delle persone di cui non si avevano più notizie. In particolare sono una decina i casi nei quali i familiari stanno segnalando insistentemente la scomparsa dei propri cari. Ieri sera gli italiani ancora da rintracciare erano 35 mentre questa mattina il numero era sceso a 31.

La Farnesina «invita i connazionali presenti a Nizza ad evitare spostamenti ed a seguire le indicazioni delle Autorità locali». L’avviso è pubblicato sul sito di Viaggiare Sicuri, in cui si specifica che per emergenze si può contattare il Consolato Generale d’Italia a Nizza al n. 0033 (0) 768054804. Le Autorità francesi hanno attivato il seguente numero telefonico ove è anche possibile chiedere informazioni: +33 (0) 1 43175646.


© RIPRODUZIONE RISERVATA