Nonni super, presenza insostituibile E uno su tre aiuta il bilancio familiare

Nonni super, presenza insostituibile
E uno su tre aiuta il bilancio familiare

Festa dei nonni anche a Bergamo: i nipotini ciceroni per un giorno all’ex monastero di Astino. Il video.

In più di una famiglia su tre i nonni aiutano il bilancio domestico e la loro presenza viene considerata positiva anche per il contributo affettivo e sociale che offrono ogni giorno. È quanto emerge da una rilevazione online della Coldiretti, in relazione alla Festa dei nonni che in Italia riguarda circa 12 milioni di persone.

E per un giorno, a Bergamo, sono stati i nipotini a improvvisarsi ciceroni all’ex monastero di Astino, accompagnando i loro nonni in una speciale visita guidata.

La presenza di un pensionato in casa, secondo l’indagine, viene considerata dal 37% degli italiani un fattore determinante per contribuire al reddito, nonostante il 63,1% prenda meno di 750 euro al mese secondo dati Inps; mentre il 35% guarda ai nonni come un valido aiuto per seguire i bambini fuori dall’orario scolastico, il 17% ne apprezza i consigli e l’esperienza, mentre il 4% si avvantaggia del loro sostegno lavorativo a livello domestico; solamente il 7% considera i pensionati un peso o un ostacolo.

La presenza dei nonni, sottolinea la Coldiretti, è sempre più importante anche rispetto alla funzione fondamentale di conservare le tradizioni alimentari e guidare i più giovani verso abitudini più salutari nelle scuole e nelle case. La festa dei nonni, ricorda la Coldiretti, è stata istituita in Italia nel 2005 mentre in America esiste dal 1970 e cade la prima domenica di settembre grazie all’idea di Marian Mc Quade, una casalinga del West Virginia mamma di 15 figli e nonna di 40 nipoti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA