Oggi è il giorno delle targhe dispari
Ore 8, Bergamo vuota. Ecco le regole

Martedì 29 dicembre è il primo giorno di targhe alterne: qualche indicazione per muoversi correttamente.

Oggi è il giorno delle targhe dispari Ore 8, Bergamo vuota. Ecco le regole
Viale Papa Giovanni alle 8 di questa mattina

Primo giorno di targhe alterne, oggi circolano le dispari. E complice il periodo di festa, la chiusura degli uffici e delle scuole, il traffico alle 8 lungo le vie d’accesso in città era davvero ridotto ai minimi termini, tipo quello di un giorno di festa. Poche auto alla Malpensata, idem in via Bonomelli, mentre viale Papa Giovanni appariva decisamente vuoto in queste prime ore del mattino.

Il provvedimento è in vigore dalle 7,30 alle 12,30, dalle 14,30 alle 19,30. Nei giorni dispari circolano targhe dispari e conseguentemente nei giorni pari il transito è consentito ai veicoli con targa pari.Potranno comunque circolare liberamente i mezzi privati a metano, gpl, ibridi o elettrici. Il provvedimento si applica il 29 e 30 dicembre, il 4 e il 5 gennaio 2016.

Il provvedimento si applica all’intera rete stradale con l’esclusione dell’autostrada, dell’asse interurbano e delle circonvallazioni: sarà possibile raggiungere quindi i parcheggi di via Ambiveri, davanti all’hotel Cristallo Palace, provenendo dalla circonvallazione Mugazzone, di via San Bernardino ubicato all’uscita della circonvallazione Pompiniano, della Malpensata, provenendo da via Autostrada, di via Buttaro a Monterosso, provenendo dalla Circonvallazione Plorzano, dell’Auchan provenendo esclusivamente da via Martin Luther King.

Dalla circolazione a targhe alterne sono esentati:

1. veicoli a trazione elettrica e ibridi.

2. veicoli alimentati a metano e Gpl.

3. veicoli adibiti al trasporto merci.

4. veicoli delle Forze Armate, Forze di Polizia, Polizia Locale, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, ASL, Aziende ospedaliere, Corpo Forestale.

5. veicoli appartenenti a soggetti pubblici e privati che svolgono funzioni di pubblico servizio o pubblica utilità, individuabili o con adeguato contrassegno, o con certificazione del datore di lavoro, che svolgono servizi manutentivi di emergenza.

6. veicoli di medici e veterinari in visita urgente, muniti dei contrassegni dei rispettivi ordini, operatori sanitari ed assistenziali in servizio con certificazione del datore di lavoro.

7. veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di gravi malattie in grado di esibire relativa certificazione medica.

8. veicoli dei sacerdoti e dei ministri del culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero.

9. veicoli dei donatori di sangue muniti di appuntamento certificato per la donazione.

10. veicoli appartenenti ad istituti di vigilanza.

11. veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (taxi, noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea).

12. veicoli a servizio di persone invalide con contrassegno «H» (handicap).

Le sanzioni previste per coloro che contravvengono il provvedimento sono stabilite vanno da un minimo di 85 a un massimo di 338 euro. La polizia locale non effettuerà posti di blocco, ma controlli di carattere dinamico. In allegato l’ordinanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA