Giovanni XXIII, la veglia con i giovani «Nel nostro cuore le sue parole di pace»
La veglia dei giovani con il vescovo Francesco Beschi (Foto by Colleoni)

Giovanni XXIII, la veglia con i giovani
«Nel nostro cuore le sue parole di pace»

Bergamo abbraccia Papa Giovanni XXIII tornato nella sua terra. In serata la veglia dei giovani con il vescovo in Seminario e in Cattedrale.

Continua la Peregrinatio di Papa Giovanni XXIII in terra bergamasca. Alle 20.30 di venerdì 25 maggio ha preso il via la veglia con i giovani in Seminario e in Cattedrale. La veglia ha tre momenti importanti: una prima tappa nella chiesa ipogea del Seminario vescovile in Città Alta sul tema della vocazione; nel cortile d’ingresso del Seminario si affronterà invece il tema della passione educativa e infine in Cattedrale l’incontro con il vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, sul tema del servizio alla Chiesa. Nella chiesa ipogea piena di giovani sono stati letti alcuni testi di Papa Giovanni XXIII, una lettura teatrale al buio. Ha preso poi la parola don Emanuele Poletti, direttore dell’Upee, Ufficio pastorale dell’età evolutiva della diocesi, che ha ricordato lo speciale rapporto di Papa Giovanni con i giovani: «Uomo di grande fede, Papa Giovanni ha avuto a che fare con i giovani soprattutto nel primo periodo del suo ministero sacerdotale: è stato insegnante dei seminaristi, cappellano dei militari e ha istituito la Casa dello Studente».

Dopo la tappa nella chiesa ipogea i giovani si sono spostati all’esterno del Seminario e da lì, caricando sulle spalle una semplice croce in legno hanno aperto un pellegrinaggio per le strade di Città Alta verso la Cattedrale. In Cattedrale, davanti alle spoglie di Papa Giovanni XXIII il vescovo ha detto: «Papa Giovanni XXIII è riuscito a farsi sentire dai giovani, non infrangendo il muro del suono, ma i muri del cuore. La sua voce ha parlato di fratellanza e di ricostruzione della pace a livello mondiale». Qui potete invece trovare il programma di sabato 26 e domenica 27 maggio.

Venerdì 25 maggio è stato anche il giorno dell’omaggio in Cattedrale: migliaia le persone in coda per una preghiera personale e un saluto al Pontefice. Fin dalla mattina i bergamaschi si sono messi pazientemente in coda in attesa di entrare nella chiesa dove è custodito il corpo del santo. Tra gli altri una coppia di novelli sposi di Nembro giunta in Città Alta per una preghiera a Papa Roncalli.

I pellegrini hanno potuto liberamente raggiungere il Duomo in Piazza Vecchia per venerare le spoglie del Santo Papa per tutta la giornata. Nel pomeriggio si sono formate lunghe file che attraversano piazza Vecchia, palazzo della Ragione per raggiungere l’ingresso del Duomo . Qui potete invece trovare il programma di domani, sabato 26 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA