Sorpresa per gli studenti della Donadoni Al rientro scuola a nuovo grazie ai rifugiati

Sorpresa per gli studenti della Donadoni
Al rientro scuola a nuovo grazie ai rifugiati

L’iniziativa legata all’Accademia per l’integrazione di Bergamo: 30 richiedenti asilo al lavoro per ripulire e tinteggiare 1.600 metri quadri di scuola.

Al rientro dalla vacanze gli alunni e gli insegnanti dell’Istituto comprensivo Donadoni troveranno la scuola ancora più bella. Da qualche giorno i trenta richiedenti asilo dell’Accademia per l’Integrazione sono al lavoro nella scuola per ripulire e imbiancare i 1.600 metri quadri di pareti dell’istituto di via Tasso.

Il progetto, voluto dall’assessorato all’Istruzione del Comune in accordo con l’Associazione Diakonia e cooperativa Ruah, prevede che i ragazzi forniscano gratuitamente questo servizio come attività di volontariato per la città tra quelle in programma nel percorso di formazione e lavoro a cui hanno volontariamente aderito. Confindustria Bergamo, che è parte integrante del progetto dell’Accademia, fornisce il materiale necessario per l’esecuzione dell’intervento: a fornire idropittura, coloranti, pennelli, stucco, zoccoletti in legno, salvaparete battisedia e materiale accessorio è la Chimiver Panseri di Pontida. «Questo lavoro è un grande esempio di restituzione da parte dei richiedenti asilo nei confronti della città che li ospita» sottolinea l’assessore all’Istruzione Loredana Poli. «Il modello Bergamo, che l’Accademia si propone di realizzare, trova in quest’iniziativa una nuova dimostrazione concreta di credibilità» afferma don Roberto Trussardi, direttore della Caritas. Atb fornisce il trasporto gratuito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA