Sospesi i test sierologici per i minorenni  Serve il consenso di entrambi i genitori

Sospesi i test sierologici per i minorenni
Serve il consenso di entrambi i genitori

Sospesi i test sierologici gratuiti per i ragazzi tra i 12 e i 17 anni e prenotazioni congelate, almeno per il momento.

La marcia indietro a sorpresa arriva direttamente da Palazzo Frizzoni, che ha comunicato la sospensione delle prenotazioni (in programma da venerdì 3 luglio) e dell’esecuzione dei test (a partire dal 6 luglio per i ragazzi), «a causa della necessità di un’ulteriore verifica tecnica relativa al consenso informato che deve essere firmato da entrambi i genitori».

Lo stop arriva poche ore dopo l’annuncio dell’estensione ai minorenni della campagna di test voluta dal Comune, in collaborazione con Habilita, Humanitas, Abbott, Synlab, Diasorin e Vodafone, affiancate da Intesa Sanpaolo, Banco Bpm Fondazione Credito Bergamasco e Fondo di Mutuo Soccorso comunale. Tra gli aspetti procedurali e organizzativi, veniva indicato fino a ieri che la prenotazione doveva essere effettuata da un genitore attraverso la web app oggicomestai.it, il sito realizzato dal Comune per il monitoraggio del Covid in provincia, oppure attraverso il numero di telefono 035/5788300, comunicando tessera sanitaria del figlio e codice fiscale. Tra le opzioni previste dalla web app, veniva indicata la possibilità di scaricare il consenso informato per l’esecuzione del test. La procedura prevede il risultato del test sierologico entro 48 ore e, per chi risulta positivo, l’effettuazione di un tampone entro 48 ore, con relativi esiti in ulteriori 48 ore. L’Ats attiva la presa in carico dei positivi e dei loro contatti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA