«Suo figlio ha avuto un incidente» Allerta anziani in città, truffa sventata

«Suo figlio ha avuto un incidente»
Allerta anziani in città, truffa sventata

Bergamo, tentata truffa telefonica al Monterosso. Una pensionata di 73 anni, che vive con il marito di 78, ha ricevuto a casa la telefonata di un sedicente avvocato che le chiedeva 2.500 euro per pagare le spese legali di un grave incidente in cui era stato coinvolto il figlio. I due pensionati fortunatamente non ci sono cascati. L’elenco delle truffe più diffuse.

È successo giovedì 10 dicembre poco dopo le 11. «Non si spaventi, ma suo figlio Ivan è qui ricoverato in ospedale per un incidente con lo scooter e non può parlare - ha detto il truffatore al telefono – Io sono l’avvocato della controparte: per evitare problemi legali e che gli venga tolta la patente, dovrebbe pagare 2.500 euro, ma lui, essendo ferito, non può andare a ritirarli. Possiamo passare noi da lei?».

In realtà si trattava di una truffa e, per fortuna, la coppia di anziani non ci è cascata. Ma l’apprensione è stata molta. «Mia madre è rimasta choccata per tutto il giorno, anche dopo che è riuscita a sentirmi – spiega il figlio Ivan che, per sua fortuna, non è rimasto coinvolto in nessun incidente –: la persona che ha telefonato parlava in perfetto italiano e in modo piuttosto distinto. A insospettire prima mia madre e poi mio papà, visto che la telefonata è durata mezz’ora ed entrambi si sono passati la cornetta per parlare con questo fantomatico avvocato, è stato il fatto che lui insisteva soprattutto sull’aspetto del denaro che i miei avrebbero dovuto pagare, tergiversando invece sul mio stato di salute. Che invece era, ovviamente, il principale pensiero dei miei genitori».

Resta alta dunque l’allerta per le truffe, in questo articolo l’elenco dei raggiri più diffusi.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 12 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA