Torna da un viaggio, arrestato Ha una condanna per omicidio

Torna da un viaggio, arrestato
Ha una condanna per omicidio

Albanese di 37 anni controllato allo sbarco da Istanbul. Nel 2008 il Tribunale di Tirana gli ha dato 20 anni.

È sbarcato dall’aereo proveniente da Istanbul domenica mattina, dopo un viaggio di una settimana. Ad attenderlo c’era la moglie italiana: anche lui, albanese di 38 anni, è naturalizzato italiano e regolare nel nostro Paese da 11 anni. Gli agenti della polizia di frontiera di Orio al Serio lo hanno fermato per un normale controllo, come i tanti che avvengono sui passeggeri in arrivo dalla Turchia: ha mostrato un documento che lo identificava come A. H., kosovaro di 38 anni, ma da un controllo più approfondito sono emerse diverse identità associate a quel nome, tra cui una che risultava segnalata dall’Interpol. I poliziotti lo hanno quindi portato in ufficio e gli hanno preso le impronte digitali: la banca dati ha fornito un nome, un’età e una nazionalità diverse, K. D. di 37 anni albanese. E quel nome ha fatto fare un balzo sulla sedia agli agenti: l’Interpol, infatti, nel 2004 ha emesso un ordine di cattura a carico dell’albanese per i reati di sequestro di persona a scopo di estorsione, mentre il Tribunale di Tirana nel 2008 lo ha condannato a vent’anni di carcere per omicidio premeditato e porto illegale di armi.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 8 gennaio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA