Vietati i botti e lo spray al peperoncino Si alza la sicurezza per Capodanno

Vietati i botti e lo spray al peperoncino
Si alza la sicurezza per Capodanno

Oltre alle bottiglie di vetro, quest’anno in città non saranno ammesse le bombolette per l’autodifesa, petardi e fuochi d’artificio.

Divieto assoluto di spray al peperoncino e fuochi d’artificio per l’ultimo dell’anno in piazza. Si alzano i livelli di guardia dopo la tragedia nella discoteca di Ancona, anche per i festeggiamenti nel cuore di Bergamo in programma la notte di San Silvestro. «È prevenzione – spiega la comandante della polizia locale Gabriella Messina –. Abbiamo deciso di introdurre questo nuovo divieto per evitare che, in situazioni di panico, si possa scatenare quello che abbiamo purtroppo letto sulle cronache dei giornali».

Per la prima volta il Comune è così stringente su manifestazioni di questo genere. Lo scorso anno, in occasione del Capodanno in piazza, era stato sperimentato un nuovo sistema di accesso all’area della festa, con varchi controllati dalla polizia locale. Un assetto che sarà riproposto anche per questo ultimo dell’anno, applicato anche sulla storica piazza Dante. E in aggiunta al divieto di introdurre vetro (bottiglie o bicchieri) nel perimetro dell’evento, vengono banditi gli spray urticanti e i fuochi d’artificio di ogni genere, dai petardi alle «stelline».

Le misure di sicurezza non riguardano solo piazza Matteotti, dove andrà in scena il tradizionale spettacolo promosso dall’amministrazione comunale, ma anche piazza Dante, dove Comap, l’associazione di ambulanti che include Confesercenti e Ascom, proporrà street food e un dj set, il 31 dicembre e il 1° gennaio (in questo caso vige anche il divieto di vendere bottiglie di plastica con il tappo).


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 29 dicembre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA