Sabato 04 Gennaio 2014

Masterchef, Rachida va avanti

E Twitter parla dei suoi nervi

Rachida Karrati, ormai star di Masterchef

Rachida Karrati, la concorrente bergamasca di origini marocchine, passa indenne alle prime tre eliminazioni di «Masterchef» e diventa il vero personaggio di questa terza edizione del talent show culinario di Sky.

Sarta, 48 anni, sposata con figli a Sorisole, la sua cucina combina la tradizione marocchina con quella italiana. Un connubio che potrebbe essere interessante, se solo Rachida riuscisse a mantenere i nervi saldi. «Sono emotiva», si scusa continuamente tra un pianto e l’altro. Su Twitter, dove il suo nome è nei «trend topic», cioè tra i dieci argomenti più commentati in assoluto, si sprecano i toni sarcastici: «Rachida è così drammatica che Mario Merola vi sembrerà un ballerino del Copacabana», «Rachida è più vittima di me quando litigo con fidanzato».

Dopo aver passato indenne la prima prova della «mistery box» - il compito era cucinare un secondo piatto usando la radice di liquirizia - Rachida finisce tra i peggiori nel secondo test: preparare gli spaghetti al sugo con le polpette tipici della tradizione italo-americana. «Le tue polpette sembrano dei falafel», commenta Joe Bastianich, che già in passato aveva espresso delle riserve sulla concorrente.

Finisce inevitabilmente tra i tre peggiori nella prova, riuscendo a rubare la scena perfino alla concorrente eliminata, Haeri Youn, di origine coreana. Rachida, in un delirio di lacrime e mea culpa, si inginocchia sul pavimento e deve essere riportata all’ordine dai giudici.Finisce così la prima puntata di «Masterchef», ma Rachida riesce a dare spettacolo anche nella successiva prova in esterna. La concorrente di Sorisole fatica a lavorare in gruppo, ma la sua squadra vince e Rachida si salva fino alla prossima puntata.

© riproduzione riservata