La poesia dei fiori per vincere l’inverno dell’anima

Tendenze La natura con la primavera porta ogni anno una corrente di speranza e rinascita. «Fiorevolmente» (Contrasto) ne esprime tutta la bellezza.

La poesia dei fiori per vincere l’inverno dell’anima

«Che cosa sono i fiori?/ Non senti in loro come una vittoria? La forza di chi torna/ da un altro mondo e canta/ la visione» scrive la poetessa Mariangela Gualtieri. La natura con la primavera porta ogni anno una corrente di speranza e rinascita, in barba a qualsiasi altro moto del mondo. «Fiorevolmente» (Contrasto) con le fotografie di Harold Feinsten ne esprime tutta la bellezza, illustrando le parole di poeti celebri da «Che cosa sono i fiori» della Gualtieri (citata all’inizio) ad «Abbi cura» di Raymond Carver.

Versi e scatti d’autore

I versi, accompagnati dagli scatti d’autore in cui risplendono rose, ciclamini, tulipani e girasoli compongono una suggestiva meditazione, un invito a scoprire in sé il desiderio di superare gli inverni e le oscurità dell’anima.
Allo stesso modo in una singolare autobiografia, «Rifiorire» (HarperCollins), Alice Vincent spiega come la passione per piante e fiori l’abbia aiutata a ritrovare sé stessa. Unisce storia della botanica e vicende personali per mostrare come la natura aiuti a fare spazio dentro di sé e a ritrovare l’equilibrio.

La natura oltre le ferite

Parla di rinascita anche «L’arrivo della primavera, Normandia» (L’Ippocampo) di David Hockney, con grande forza estetica e simbolica: le immagini, infatti, sono state realizzate nel 2020, durante la prima ondata della pandemia. Nelle tavole luminose, dense di colore, realizzate usando l’iPad in modo virtuosistico, si può vedere la natura che supera le ferite del mondo. Noel Kinsbury e Charlotte Day raccontano infine «La storia dei fiori e di come hanno cambiato la nostra vita» (L’Ippocampo), mostrando quanto potere possa dispiegare la natura influenzando cultura, creatività, relazioni, mettendo in moto piccole e grandi rivoluzioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA