Ruba un’auto a Soncino, 25enne di Martinengo inseguito e fermato dai Carabinieri

L’arresto Il fatto è avvenuto nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 agosto.

Ruba un’auto a Soncino, 25enne di Martinengo inseguito e fermato dai Carabinieri

I Carabinieri di Urgano nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 agosto hanno fermato, dopo un breve inseguimento, un giovane di 25 anni accusato di aver rubato un’auto a Soncino.

La segnalazione per il furto di un’auto da parte di un uomo che indossava un cappellino scuro è giunta alla caserma dei Carabinieri di Treviglio intorno all’1.45.

Una pattuglia dei Carabinieri di Urgnano dopo una breve ricerca ha intercettato l’auto e ha cercato di fermarla. Ne è nato un inseguimento che è terminato a Martinengo quando l’uomo alla guida si è dovuto fermare a un semaforo rosso in fila dietro ad altri veicoli. I militari lo hanno raggiunto, fermato e portato in caserma per accertamenti.

Si tratta di un cittadino italiano di origine slava di 25 anni, senza patente e residente a Martinengo, già con precedenti per furto.

L’uomo, ascoltato in Tribunale nella mattinata di lunedì 15 agosto nel procedimento per direttissima davanti al giudice Stefano Storto, ha raccontato di non aver rubato l’auto ma di aver ricevuto 10 euro da un amico per andare a fare la benzina e che quando è stato fermato dai carabinieri la stava riportando al legittimo proprietario. Una versione che è stata considerata non verosimile, tanto più che la descrizione fornita dal denunciante e l’auto rubata corrispondevano.

Il Pubblico ministero ha chiesto la convalida dell’arresto in carcere, il giudice ha disposto, invece, l’obbligo di dimora dalle 22 alle 6 del mattino con obbligo di firma in caserma e ha aggiornato il processo al 20 ottobre prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA