«Volo a Francoforte per la Camera di commercio italiana per la Germania»

Dal borgo medievale di Gromo alla metropoli di Francoforte. Valentina Santus, 27 anni, nel gennaio 2019 ha fatto la valigia e vive nella città sede della Banca centrale europea. Le radici sono sempre rimaste ben salde al paesello, dove sino a pochi mesi fa ha ricoperto anche il ruolo di consigliere comunale, ma la voglia di partire e mettersi in gioco dal punto di vista professionale era irrefrenabile. Ora è impiegata come Junior project manager in Marketing e Export consulting per la Camera di Commercio italiana per la Germania.

«Volo a Francoforte per la Camera di commercio italiana per la Germania»
Valentina Santus

«Dopo aver studiato per cinque anni in università la lingua tedesca – confessa la 27enne –, volevo mettere in pratica e sperimentare sul campo la sua conoscenza. Avevo già preso parte a esperienze all’estero per migliorare la lingua inglese, ma mai quella tedesca. Lingua che sotto certi aspetti è più complicata dell’inglese e richiede un’ottima preparazione per poterla praticare al meglio. Dopo la laurea magistrale in Management e Relazioni economiche internazionali, conseguita nel 2018, avevo il desiderio di provare un’esperienza unica. Tuttavia non volevo partecipare a programmi Erasmus di studio, ma bensì fare anche formazione professionale in un contesto lavorativo entusiasmante, altamente internazionale e con ottime possibilità di crescita. Per questo mi sono candidata per uno stage post laurea alla Camera di Commercio Italiana per la Germania a Francoforte. E così, dopo soli dieci giorni dalla laurea, ero seduta su una scrivania all’interno di un edificio nel cuore della capitale economica europea».

© RIPRODUZIONE RISERVATA