Alberghi in città: uno su 2 non apre Persi 15 milioni durante la pandemia
L’Hotel Cappello d’Oro (Foto by Bedolis)

Alberghi in città: uno su 2 non apre
Persi 15 milioni durante la pandemia

Camere vuote e tante strutture chiuse. Gli albergatori: «Impossibile fare previsioni, viviamo alla giornata».

Un hotel su due in città è chiuso, chi resiste ha le camere pressoché vuote da mesi; qualcuno ha affittato l’ultima addirittura lo scorso febbraio. La situazione è drammatica e le prospettive, se possibile, ancora peggiori: la ripresa ancora non si vede e l’unica certezza, per gli albergatori, è che anche questo 2021 sarà un anno disastroso. Gli effetti della crisi già si vedono: tre alberghi storici della nostra provincia, il Milano di Castione, l’Adler di Foppolo e il Moderno di Lovere sono finiti all’asta e neanche a Bergamo, dove pure ne sorgeranno di nuovi nei prossimi 2-3 anni (oltre alla ristrutturazione in programma dell’Hotel Commercio di via Tasso), la situazione è migliore.

Perso l’80% del fatturato

© RIPRODUZIONE RISERVATA