Battiston: «Covid, la discesa dei contagi si è fermata: i vaccini sono  l’unica arma»
Vaccinazioni (Foto by Ansa)

Battiston: «Covid, la discesa dei contagi
si è fermata: i vaccini sono l’unica arma»

Roberto Battiston, professore ordinario di Fisica all’Università di Trento, analizza i numeri del virus sin dall’inizio della pandemia. «Alzare una diga con l’immunità». «La variante Delta è aggressiva, è una partita a scacchi».

Il vento ha iniziato a soffiare dall’altra parte, proprio all’imbocco dell’estate. C’è una nuova brezza di contagi: certo non ancora la tempesta che ha sferzato l’Italia a più ondate, ma comunque un segnale da non sottovalutare. Basta mettere a confronto le ultime settimane e si scorge la traccia di una ripresa: tra l’11 e il 24 giugno la media dei nuovi casi giornalieri in Bergamasca era scesa del 77% (da 31 a 7 nuove infezioni quotidiane), mentre tra il 25 giugno e ieri è salita del 14% (da 7 a 8 casi in media); in Lombardia, se prima scendeva del 57% (da 310 a 314 nuovi casi quotidiani tra l’11 e il 24 giugno) ora la riduzione appare impercettibile (da 137 a 130 nuovi casi, -5%). E un allarme ulteriore arriva anche dall’Associazione italiana di epidemiologia: secondo una proiezione aggiornata al 7 luglio l’Rdt lombardo, cioè l’indice di riproduzione del virus su base diagnostica, calcolato sui tamponi positivi, è salito a 1,04, dunque con l’epidemia di nuovo in espansione. «E nelle prossime settimane», avvertono gli epidemiologi, «i casi cresceranno a seguito dell’aumento della mobilità dei giovani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA