Bonus 600 euro al consigliere leghista  «Soldi chiesti legittimamente»
Il consigliere regionale bergamasco Alex Galizzi

Bonus 600 euro al consigliere leghista
«Soldi chiesti legittimamente»

Alex Galizzi ammette di aver fatto domanda per ottenerlo. «Se per una volta lo Stato ti ridà una quota del tuo denaro vieni screditato».

C’è anche il bergamasco Alex Galizzi, consigliere regionale della Lega, eletto nel 2018, tra i beneficiari del bonus per le partite Iva in difficoltà per l’emergenza-Covid. Lo conferma lo stesso Galizzi: «Giovedì ho chiamato il mio socio che mi ha confermato che anche noi come società abbiamo ricevuto il bonus, a cui io stesso avevo dato l’ok per richiederlo», spiega il consigliere regionale, amministratore della «Brembo Informatica» con sede a Camerata Cornello. «O meglio – precisa Galizzi -, in prima battuta gli avevo detto di non procedere con la pratica e in un’altra occasione alla scadenza, a ulteriore richiesta, avevo dato conferma per inoltrare l’istanza mentre salivo di corsa in auto.

Sinceramente era una cosa che avevo accantonato dalla mia mente, ma ripensando ai vari momenti ho ricordato quale fosse il motivo per cui avevo dato il benestare, e non mi sento in colpa di aver ricevuto uno sconto da Inps sui soldi che ogni anno verso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA