Bus e treni, il rimborso si complica La Regione: «I fondi non bastano»

Bus e treni, il rimborso si complica
La Regione: «I fondi non bastano»

I conti non tornano. O meglio, i soldi non bastano. Il decreto rilancio ha previsto 500 milioni per il sostegno al trasporto pubblico locale: in realtà la dotazione è iniziale, quindi il fondo può venire incrementato secondo le reali necessità (e sono parecchie), ma la Regione lancia già l’allarme.

«Non bastano nemmeno a coprire i mancati ricavi di questa prima fase dell’emergenza, dato che per i primi due mesi di lockdown il danno economico subito dal trasporto pubblico locale, compreso il servizio ferroviario, ammonta a livello nazionale ad almeno 600 milioni» spiega Claudia Terzi, assessore regionale ai Trasporti.

Un ordine di grandezza confermati da Gianni Scarfone, presidente di Asstra Lombardia: «Nella nostra regione la perdita delle varie aziende è intorno ai 200 milioni, compresa Trenord». Sempre per farsi un’idea di massima, quella di Atb è intorno al milione al mese.

d.nikpalj
Dino Nikpalj

Curioso di tutto ed esperto di niente. Classe 1968 (ohibò…), maturità tecnica e studi in Giurisprudenza, lavora a L’Eco di Bergamo dal novembre 1997. Vicecaporedattore dal 2014, è stato inviato e per tre anni ha guidato la redazione web. Scrive di cronaca, politica, trasporti e Atalanta, della quale è tifosissimo. Ha da sempre una passionaccia per il calcio inglese in tutte le sue forme e categorie, una spiccata simpatia per il Manchester City e una fornitissima biblioteca, anche di storie di calcio. Che prova a raccontare su Corner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA