Bus e treni, posti a sedere al 100% Ma resta l’obbligo della mascherina

Bus e treni, posti a sedere al 100%
Ma resta l’obbligo della mascherina

Le novità in Lombardia con l’ordinanza in vigore da sabato 1°agosto: trasporti, aumenta il numero delle persone a bordo. Al chiuso bisogna continuare a coprirsi naso e bocca. Regole valide fino al 10 settembre.

Mascherina indossata, da sabato 1° agosto in Lombardia i posti a sedere di bus e treni potranno essere tutti occupati. Basta ai viaggi a capacità ridotta, almeno fino al 10 settembre. Da Roma a Milano, l’ordinanza fa il suo giro. Dopo il prolungamento dello stato di emergenza deciso dal governo Conte, con l’aggiornamento delle norme anti-Covid, anche la Regione adegua le sue disposizioni. Era attesa, ed è arrivata venerdì, l’ordinanza firmata dal governatore della Lombardia Attilio Fontana («Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica») che aggiorna le regole, stabilendo quelle in vigore da sabato 1° agosto al 10 settembre. Bisognerà continuare a ricordarsi di portare la mascherina con sé : su tutto il territorio regionale resta infatti obbligatoria al chiuso e all’aperto se non c’è la possibilità di garantire il distanziamento.

Anche in tema di organizzazione del lavoro, resta obbligatoria la misurazione della temperatura per il datore e per i dipendenti, così come per i clienti dei ristoranti. Se dovesse risultare superiore a 37,5°, non sarà consentito l’accesso alla sede e l’interessato sarà informato della necessità di contattare il proprio medico curante. Le novità principali riguardano i trasporti (settore strategico in particolare sofferenza per il lockdown e le limitazioni fin qui imposte) e le celebrazioni religiose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA