Covid, crescita inferiore rispetto a marzo  «il 2-3% per cento dei lombardi positivo»

Covid, crescita inferiore rispetto a marzo
«il 2-3% per cento dei lombardi positivo»

Giovedì in Lombardia si sono registrati gli stessi casi di mercoledì. In provincia di Bergamo 129 infetti e 2 decessi Il professor La Vecchia: «Nonostante tutto l’accelerazione è enormemente inferiore a quella dello scorso marzo».

La curva resta alta, non s’abbassa. In tutta la Lombardia, e anche a Bergamo pur con ritmi più contenuti. Giovedì, esattamente come mercoledì, in regione s’ è contato un totale di 4.125 nuovi casi di Coronavirus, però con una quota leggermente più contenuta di tamponi (35.715), che ha alzato all’11,55% il tasso di positività. In provincia di Bergamo, nello specifico, le nuove infezioni individuate sono state 129, dato che riporta in pratica al 5 aprile. Torna a farsi aspro anche il dato dei decessi: ieri sono stati due, dopo quattro giorni senza vittime, e 29 in tutta la Lombardia.

Milano resta l’area più critica, tracima anche la soglia dei duemila casi; 2.031 per la precisione giovedì quelli in tutta la provincia, con 917 casi in città. Il fronte ospedaliero Il fronte ospedaliero s’ accentua ancora e varca la soglia dei 150 ricoverati Covid nelle terapie intensive lombarde (ora sono 156), a cui se ne aggiungono 1.695 negli altri reparti. Regge, però, la Bergamasca: al «Papa Giovanni» ieri si contavano 44 pazienti di degenza (uno in attesa dell’esito del tampone) e 9 in Terapia intensiva, nelle strutture dell’Asst Bergamo Est erano invece 9 i ricoverati (tutti a Seriate), in quelle dell’Asst Bergamo Ovest c’erano invece 20 ricoverati a Romano nell’area sub-acuti e 10 a Treviglio nel reparto appena riaperto (pazienti con patologia acuta, che non necessitano di ausili per la respirazione; due di questi provenivano dal «Papa Giovanni», a cui invece sono stati trasferiti due pazienti dalla Terapia intensiva); alle Gavazzeni si avevano 6 ricoverati positivi entrati per altra patologia e 3 in attesa di diagnosi Covid, negli ospedali del Gruppo San Donato 5 i pazienti positivi (uno asintomatico entrato per altra patologia). Totale: 106.

© RIPRODUZIONE RISERVATA