Cure sul territorio: via libera a ospedali e case di comunità
Gli spazi all’ex Onp di Borgo Palazzo potrebbe accogliere una delle case di comunità per la medicina territoriale

Cure sul territorio: via libera a ospedali e case di comunità

In Bergamasca individuate 10 strutture: passa il progetto per il presidio di San Giovanni Bianco e quello per il riutilizzo dell’ex Onp in Borgo Palazzo.

Potenziamento della medicina territoriale, attivazione dei «punti cardine» dell’assistenza per i cronici, come previsto anche dalla legge di riforma sanitaria lombarda, all’esame del Consiglio regionale, ma soprattutto un primo passo per l’avvio della «rivoluzione» del sistema sanitario secondo le «mission» del Pnrr, Piano nazionale di ripresa e resilienza: la Giunta regionale ha approvato lunedì 11 ottobre la delibera che istituisce in Lombardia le prime case e ospedali di comunità. Si tratta della Fase 1 dell’ampio progetto che prevede in totale in Lombardia 203 case della comunità (una ogni 50 mila abitanti), 60 ospedali di comunità (uno ogni 150 mila abitanti) e 101 Cot, Centrali operative territoriali (una ogni 100 mila abitanti): nella delibera vengono individuate le prime 115 case e 53 ospedali di comunità in edifici del servizio sanitario regionale.

Hub e spoke

© RIPRODUZIONE RISERVATA