Davide Calvi come Piero Busi, la Val Brembana perde i suoi giganti
Davide Calvi, già sindaco di Moio de’ Calvi

Davide Calvi come Piero Busi, la Val Brembana perde i suoi giganti

Era un uomo per natura onesto, lo è stato nei lunghi anni della sua attività amministrativa da consigliere e quindi primo cittadino di Moio de’ Calvi ed ancora componente della Comunità montana di valle.

È profondo in tutta l’Alta Valle Brembana ed è sentito anche nel resto della Valle del Brembo il cordoglio per la scomparsa di Davide Calvi già sindaco di Moio de’ Calvi, paese che gli aveva dato i natali. Da Moio Davide Calvi, per motivi professionali, si è spostato prima a Milano e quindi a Bergamo, dove era tornato a vivere al momento del ritiro dal lavoro.

Amava troppo il suo paese e la sua valle, il cavalier Davide Calvi, per starne lontano, l’amava di un amore viscerale che negli anni lo aveva supportato nelle tante battaglie che aveva ingaggiato a tutti i livelli amministrativi e politici in difesa dei diritti della gente brembana, rimettendoci di tasca propria in più di una occasione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA