Dopo lo «stop» del 2020 è tornata l’influenza: casi più che raddoppiati e allerta tra i bambini

Dopo lo «stop» del 2020 è tornata l’influenza: casi più che raddoppiati e allerta tra i bambini

Esordio anticipato e circolazione ancora più alta dei livelli pre Covid. Ogni mille bambini fino a 4 anni 22,56 casi, erano 4,51 nel 2019. Sprint per le vaccinazioni antinfluenzali: oltre 52 mila, più di 16 mila erogate dai medici.

La definizione ha un po’ i contorni del burocratese: in Lombardia, «il livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali è sopra la soglia basale». Tradotto in concreto: in questo inizio di stagione, l’influenza e i suoi «cugini» circolano più del passato. Con numeri, in sostanza, che nel pre Covid si osservavano invece verso dicembre: è in quel periodo, mediamente, che la curva dell’influenza superava la «soglia basale» ed entrava nello scenario di «intensità bassa», cioè con una diffusione discreta in attesa del picco di fine gennaio. Il recente anticipo dell’influenza è sottolineato nel primo bollettino di «InfluNet», il rapporto epidemiologico che l’Istituto superiore di Sanità (Iss) dedica a questo virus basandosi sulla rete dei «medici sentinella», cioè i camici bianchi della sanità territoriale scelti per monitorare il fenomeno.

Nella settimana d’esordio tra il 1° e il 7 novembre – in gergo la 44ª settimana dell’anno, la prima di questa «stagione» per cui è stato diffuso il report – i 175 «medici sentinella» della Lombardia hanno segnalato 1.287 casi di influenza (o comunque di sindromi simil-influenzale) su un totale di 236.448 assistiti: corrispondono a 5,44 casi ogni mille assistiti. La stagione influenzale 2020/2021, cioè quella passata, non è un metro di paragone valido: l’incidenza lombarda, secondo gli specifici rapporti della Regione, non ha mai superato i 3 casi ogni mille assistiti, nemmeno nel picco di gennaio. Il confronto va fatto con la stagione 2019/2020, quella del pre Covid: se si prende la stessa settimana, cioè la 44ª del 2019 (periodo 28 ottobre-3 novembre), l’incidenza allora era di 2 casi ogni mille assistiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA