Il dolore della mamma di Mattia «E ricordati, io ci sarò nell’aria»

Il dolore della mamma di Mattia
«E ricordati, io ci sarò nell’aria»

Gli amici del 18enne morto in un incidente sabato a Petosino lo saluteranno accompagnando il feretro con il rombo delle loro moto.

«E ricordati, io ci sarò. Ci sarò nell’aria. Allora ogni tanto, se mi vuoi parlare, mettiti da una parte, chiudi gli occhi e cercami. Ci si parla, ma non nel linguaggio delle parole. Nel silenzio». È la poesia commossa di Sonia Micheletti, mamma di Mattia Volponi, deceduto sabato sera a Petosino all’incrocio tra via Moro e via Mangili, scontrandosi con il suo Ktm 125 contro un’auto. L’ha affidata a Facebook, dove in tantissimi hanno lasciato un messaggio di cordoglio. Anche gli amici ricordano Mattia.

«Abbiamo deciso di andare con le nostre moto ai funerali di Mattia, in suo onore perché era un grande appassionato di moto». Leonardo Ghidotti è uno dei tanti amici del diciottenne. Ieri pomeriggio era fuori dall’oratorio di Petosino insieme ad alcuni amici. «Il nostro ritrovo è sempre qui - ricorda con gli occhi lucidi e il volto triste - ed eravamo qui insieme anche sabato sera prima dell’incidente. Mattia era una persona sempre allegra e di compagnia. Mancherà a tutti». Gli stessi amici in questi giorni stanno continuando a rendere omaggio a Mattia nell’abitazione dei suoi familiari a Valbrembo in vicolo Lavatoio, mentre sul luogo dell’incidente sono state deposte due rose bianche. Domenica sera in una trentina si sono ritrovati all’oratorio di Petosino. «Di solito la domenica sera non esce nessuno - dice un altro amico, Kevin Lumina - ma abbiamo sentito tutti il bisogno di stare uniti e trovarci per ricordare Volpe (così lo chiamavano tutti, ndr). Eravamo tristi e spenti: sentiamo tantissimo la sua mancanza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA