Il mondo dei motori in lutto per la morte di Angelo Razzitti. I funerali martedì

Il mondo dei motori in lutto per la morte di Angelo Razzitti. I funerali martedì

L’omaggio dei Moto Club al meccanico morto sabato sul lavoro. Martedì i funerali a Costa Volpino.

«Ciao Angelo, noi vogliamo ricordarti così con la tua moto. Ci mancherai». Con queste parole, il Moto Club Darfo ha voluto salutare il suo tesserato Angelo Razzitti, il meccanico di Rogno che sabato nella sua officina a Bessimo è rimasto schiacciato dal pianale di un camion su cui stava lavorando per riparare un guasto. Ma è tutto il mondo dei motori dell’alto Sebino a non darsi pace per la sua tragica morte. L’uomo aveva 63 anni e una grande passione per le moto: otto giorni fa aveva partecipato ad una gara di enduro, e a ottobre aveva vinto la gara di regolarità per moto d’epoca organizzata dal Comune di Rogno. Gareggiava sempre con il numero 357, che rimandava al suo anno di nascita.

La sua passione per i motori coincideva con la sua attività professionale: anche sabato mattina aveva lavorato ben oltre l’orario di mezzogiorno. Alla figlia Silvia di 22 anni, l’unica aiutante ammessa in officina, aveva detto di andare a casa perché di lì a poco l’avrebbe raggiunta per pranzare con lei e la moglie Nadia nella casa alla Rondinera di Rogno. Si era infilato tra la ruota posteriore sinistra e il pianale di un camion parcheggiato nel piazzale, ma di colpo il rimorchio si è abbassato e non gli ha dato scampo

© RIPRODUZIONE RISERVATA