La battaglia (vinta) di Emily con il Covid Colpita dal virus a 11 giorni di vita
La piccola Emily Bettoni con mamma Paola e il papà Michele

La battaglia (vinta) di Emily con il Covid
Colpita dal virus a 11 giorni di vita

Dopo essere stata ricoverata per 2 volte, la neonata di Brusaporto è risultata negativa al doppio tampone. La mamma: «Ci siamo finalmente liberati dal virus che ha infranto i desideri per i nostri primi giorni di vita insieme».

Emily Bettoni viene al mondo il 29 febbraio: quel frugoletto di quasi quattro chili apre gli occhi per la prima volta al Papa Giovanni di Bergamo proprio mentre l’ospedale sta iniziando a conoscere le dimensioni di una crisi che cambierà la città, e il Paese, per sempre. Un parto naturale e senza complicazioni, quello di mamma Paola Bellotti, 39 anni: tanto che, insieme al marito Michele Bettoni, 28, entrambi di Brusaporto, portano a casa la loro primogenita solo un paio di giorni dopo, il 2 marzo. Ma Emily, a dieci giorni dalla nascita, inizia a stare poco bene . Smette di mangiare, non cresce, reagisce a rilento, fa fatica a stare sveglia.

L’11 marzo al Papa Giovanni le fanno il tampone: Emily, 11 giorni appena, risulta positiva al coronavirus. «Non ci potevamo credere, mai avremmo pensato avesse contratto il virus in pochi giorni di vita. È stato un brutto colpo – racconta la mamma Paola -. Io e mio marito siamo stati messi in isolamento, la piccola ricoverata. Non potevamo andare a trovarla, non potevo portarle il mio latte, i nonni non hanno avuto modo di vederla. La verità è che non ho fatto in tempo a sentirmi mamma, peraltro di una bimba così desiderata: l’unico contatto che avevo con lei avveniva attraverso il personale dell’ospedale, che con grande affetto mi mandava sue fotografie, e mi teneva aggiornata sul suo stato di salute». La bimba, al Papa Giovanni, trascorre qualche giorno con febbre, difficoltà respiratorie, e si alimenta con l’aiuto di un sondino. Le rifanno il tampone settimanalmente, anche dopo che scompaiono i sintomi, anche quando finalmente torna a crescere di peso. Ma è sempre positivo. Così come è positivo quando Emily viene dimessa il 27 marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA