Lazzaretto, due mesi di eventi  Ultimi ritocchi al cartellone

Lazzaretto, due mesi di eventi
Ultimi ritocchi al cartellone

Sul palco saliranno artisti anche di casa: musica, prosa, danza Al via il 4 luglio. Concerti dei pianisti Bacchetti e Angeleri, e la lirica di Micheli

Sarà lo spettacolo di Omar Pedrini e Alessio Boni «’66-’67» a inaugurare il cartellone degli eventi in programma questa estate al Lazzaretto. Due mesi di musica, teatro e danza all’ aperto e a ingressi contingentati come impongono le misure anti-Covid. L’ assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo, guidato da Nadia Ghisalberti, sta mettendo a punto il calendario. L’ idea è proporre un paio di spettacoli a settimana, in luglio e agosto, dando alle rassegne e ai festival della città la possibilità di recuperare almeno una rappresentazione tra quelle annullate a causa dell’ emergenza sanitaria. Sul palco coperto allestito nel prato del Lazzaretto, davanti a una platea di non più di 250 spettatori, tenuti a prenotare i biglietti, saliranno, di volta in volta, jazzisti, cantanti lirici, danzatori, attori. Artisti e compagnie di casa nostra e qualche ospite. Una ventina le rappresentazioni serali in cartellone, cui dovrebbero aggiungersi proposte pomeridiane per un pubblico di giovanissimi.

Ieri Pedrini e Boni hanno annunciato lo spettacolo di apertura dialogando sul profilo Facebook della Fondazione Teatro Donizetti con l’ assessore Ghisalberti e Maria Grazia Panigada, direttrice artistica della stagione di Prosa e Altri percorsi. Lo spettacolo, che gira intorno alle date di nascita dei due artisti, quelle del titolo, è fatto di canzoni (da Dylan a Lennon da Bowie a Gaber) e dialoghi, «l’ occasione per ricordare, confrontarsi e prendersi un po’ in giro» anche sulla storica rivalità tra le tifoserie di Brescia e Atalanta, hanno detto Boni e Pedrini. Al Lazzaretto il Festival Pianistico di Brescia e Bergamo porterà Andrea Bacchetti, che il 26 agosto eseguirà al pianoforte musiche di Bach e Schubert. Un’ anteprima della rassegna concertistica prevista al Teatro Sociale tra la fine di settembre e i primi di ottobre. Tre gli appuntamenti con il jazz, con altrettanti interpreti della scena italiana, a iniziare dal bergamasco Claudio Angeleri accompagnato dal suo gruppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA