L’UniBg più internazionale si affaccia alla classifica dei migliori atenei del mondo

L’UniBg più internazionale si affaccia alla classifica dei migliori atenei del mondo

L’Università degli studi di Bergamo si conferma nella classifica della QS World University Rankings 2022, fra le più note agenzie internazionali di valutazione al mondo, dopo che l’anno scorso era stata inserita nella lista delle università in fase di valutazione.

L’Università degli studi di Bergamo si conferma nella classifica della QS World University Rankings 2022, fra le più note agenzie internazionali di valutazione al mondo, dopo che l’anno scorso era stata inserita nella lista delle università in fase di valutazione. Tra i 1.300 atenei presi in considerazione sono 41 gli italiani in graduatoria, guidati dal Politecnico di Milano del rettore bergamasco Ferruccio Resta. Otto le università lombarde menzionate, oltre al Politecnico e a UniBg ci sono le milanesi Statale, Bicocca, San Raffaele e Cattolica, l’Università di Pavia e quella di Brescia. «Assolute eccellenze» le ha definite il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, complimentandosi per il risultato raggiunto. «L’essere inseriti in questa classifica è un risultato prestigioso, che conferma la direzione intrapresa dal nostro ateneo negli anni e la qualità del lavoro svolto» dichiara il rettore di UniBg, Remo Morzenti Pellegrini. La classifica QS si distingue dalle altre per il peso attribuito alla «reputazione» e alla «dotazione di professori per studente», indicatore, quest’ultimo, che storicamente penalizza l’ateneo orobico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA