Rossosch, alpini ancora nel mirino: distrutta la stele dedicata ai Caduti

Russia Terzo atto vandalico ai danni di edifici e monumenti realizzati dalle penne nere. «Nazionalismo in crescita».

Rossosch, alpini ancora nel mirino: distrutta la stele dedicata ai Caduti
La stele prima del danneggiamento

Nuovo atto vandalico a Rossosch in Russia, ai danni degli alpini dell’Ana. Il 23 giugno, secondo quanto riportato da un sito russo, è stata distrutta la stele eretta nel luogo di sepoltura di alcuni alpini, caduti durante l’avanzata verso il fronte, nella seconda guerra mondiale. La stele, sul cui basamento è riprodotta in marmo l’immagine cartografica dell’Italia, era stata costruita dall’Associazione nazionale alpini in accordo con il Ministero della Difesa. «Ho appreso questa notizia dalla sede nazionale – commenta il presidente sezionale Ana Giorgio Sonzogni –. Sono rimasto basito. Questo è il terzo atto vandalico che si verifica a danni di edifici costruiti da noi alpini, in accordo con le autorità e la popolazione. Si tratta di opere dedicate alla memoria di tutti i caduti, nate dalla volontà di stringere legami di pace e amicizia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA