Rsa, accolti 173 nuovi ospiti Ma 1.500 ancora in lista d’attesa
Il giardino della casa di riposo Santa Maria Ausiliatrice in via Gleno, tra le prime ad accogliere nuovi ospiti

Rsa, accolti 173 nuovi ospiti
Ma 1.500 ancora in lista d’attesa

Dopo l’emergenza. Le strutture tornano ad accogliere. Giupponi (Ats): «Partiti dagli anziani più bisognosi». I gestori: «La Regione ci assicuri sostegno economico».

Le porte si stanno riaprendo, pur faticosamente. Lentamente. Burocraticamente. Da quando la delibera regionale di inizio giugno sulla possibilità di ripartire con gli ingressi nelle Rsa ha trovato applicazione, in Bergamasca si sono avuti 173 ingressi di nuovi ospiti nelle strutture. In attesa, però, restano ancora 1.500 persone, al momento. È il bilancio tracciato da Massimo Giupponi, direttore generale dell’Ats di Bergamo, intervenuto ieri nel telegiornale delle 12 di Bergamo Tv.

«I 173 nuovi ospiti sono stati individuati attraverso un lavoro insieme ai Comuni nelle settimane precedenti, definendo le categorie più bisognose e individuando i cittadini con maggiori necessità di entrare nelle Rsa – ha spiegato Giupponi -. Anche la collaborazione delle associazioni dei gestori è stata importante. Si è poi definito un elenco dei primi 350 pazienti in ingresso, di cui un altro centinaio sta seguendo tutte le procedure necessarie per l’ingresso. La lista certo è lunga: complessivamente, con i Comuni si sono individuate le persone a casa da sole, senza assistenza, con un totale di circa 1.500 richieste di accesso in Rsa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA