Scuola, tante rinunce degli insegnanti Mancano ancora 1.500 supplenti

Scuola, tante rinunce degli insegnanti
Mancano ancora 1.500 supplenti

Molti aspiranti sono iscritti a più classi di concorso o aspettano la chiamata degli istituti.

A una settimana dal tanto atteso ritorno tra i banchi, tra voglia di ricominciare e un po’ di apprensione per la «nuova normalità» dovuta alle precauzioni anti-Covid, è tempo di primi bilanci per la scuola bergamasca. Mentre con i primi tamponi positivi sono scattate anche le prime quarantene, l’altro fronte caldo è quello delle nomine dei supplenti.

Secondo fonti sindacali, a distanza di sette giorni dal suono della prima campanella sono ancora almeno 1.500 (su 3.600 totali) i supplenti da nominare con incarichi annuali: una cinquantina alla materna (in gran parte posti per insegnanti di sostegno) 270 posti comuni alla scuola primaria e altri 400 di sostegno, un centinaio di posti comuni alla scuola media e 300 su sostegno, e 400 tra posti comuni e sostegno alla scuole superiori. Gli addetti dell’Ufficio scolastico territoriale di Bergamo stanno lavorando alacremente per cercare di completare le assegnazioni, ma la questione è tutt’altro che semplice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA