Sindrome di Down, Marta va all’Onu «Rispettare l’unicità di ogni persona»

Sindrome di Down, Marta va all’Onu
«Rispettare l’unicità di ogni persona»

La 25enne di Brembate terrà un discorso al Palazzo di Vetro nella giornata internazionale del 21 marzo. «Tutti hanno la necessità di imparare, bisogna trovare il modo giusto per ciascuno».

Il discorso deve durare otto minuti. «Per adesso siamo un po’ lunghe, ma ci arriveremo...», sorride mamma Laura Simontacchi. A dire il vero, già poco dopo averla conosciuta verrebbe voglia di non smettere più di ascoltare Marta Sodano, i suoi pensieri splendenti, le parole scelte con una cura al limite della pignoleria. Così, l’impressione è che anche al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite, se servisse, le concederanno qualche momento aggiuntivo. Perché è proprio lì, nel cuore dell’Onu e dell’America, che Marta tra una settimana sarà chiamata a tenere il suo discorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA