Stadio, restyling della tribuna Ubi Non ci sarà la nuova copertura
La tribuna Ubi e (sulla destra) la nuova curva Pisani

Stadio, restyling della tribuna Ubi
Non ci sarà la nuova copertura

Perde quota l’ipotesi di un raccordo con quelle delle curve. La tribuna verrà rifatta e i gradoni allargati: si perderanno 5-600 posti.

Si torna all’origine, nessuna variante al Piano attuativo del Gewiss Stadium. Salvo decisioni in zona Cesarini, l’intervento di restyling della tribuna di viale Giulio Cesare (ora ribattezzata Ubi) si limiterà alla risagomatura dei gradoni, così da portare la loro larghezza dagli attuali 60 a 82 centimetri per accogliere nuovi e comodi seggiolini. Simili a quelli posati nella curva Pisani. O Nord che dir di voglia.

Perde quindi vertiginosamente quota l’ipotesi di intervenire sulla copertura, così da uniformarla a quella delle due curve, la nuova e quella che verrà costruita al termine della stagione 2020-21, la Sud, comprensiva di un parcheggio interrato da 270 posti. L’Atalanta pare avere abbandonato questa idea, preferendo tornare sui propri passi: o meglio, su quanto messo nero su bianco nel Piano attuativo approvato da Palafrizzoni dopo un iter non semplicissimo. Che resta la stella polare del restyling.

d.nikpalj
Dino Nikpalj

Curioso di tutto ed esperto di niente. Classe 1968 (ohibò…), maturità tecnica e studi in Giurisprudenza, lavora a L’Eco di Bergamo dal novembre 1997. Vicecaporedattore dal 2014, è stato inviato e per tre anni ha guidato la redazione web. Scrive di cronaca, politica, trasporti e Atalanta, della quale è tifosissimo. Ha da sempre una passionaccia per il calcio inglese in tutte le sue forme e categorie, una spiccata simpatia per il Manchester City e una fornitissima biblioteca, anche di storie di calcio. Che prova a raccontare su Corner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA