Tari, bonus per 25 mila famiglie Cisl: «Aiuto a chi è fragile»

Tari, bonus per 25 mila famiglie
Cisl: «Aiuto a chi è fragile»

E a Bergamo si pagano 203 euro a famiglia, ma 3 milioni «evasi». L’Arera rivede il sistema. Gandi: nessuna ripercussione

Quasi 25 mila famiglie bergamasche potranno avvalersi del «Bonus Tari», introdotto da un emendamento presentato sul decreto fiscale (convertito in legge) del governo, e approvato con voto bipartisan. In pratica, secondo la proiezione Cisl sui dati del Caf, saranno pochi i nuclei familiari cui verrà riconosciuto uno sconto sulla tariffa comunale destinata a coprire le spese della raccolta dei rifiuti (in provincia le famiglie sono poco meno di 500 mila).

Nelle intenzioni dei promotori, il Bonus Tari 2020 è un bonus sociale per le famiglie con redditi bassi, modulato sul meccanismo utilizzato per il bonus sulle bollette di luce e gas: quindi, spetterebbe alle famiglie con difficoltà economiche, con Isee non superiore a 8.107,5 euro, importo che aumenta a 20.000 euro nel caso di famiglie numerose, cioè con più di tre figli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA