Tragedia della funivia: tre fermati. «Manomesso il freno del Mottarone»

A tre giorni dalla tragedia del Mottarone, il crollo della cabina della funivia in cui sono morte quattordici persone, tra cui due bimbi, ci sono tre fermati. «Hanno ammesso».

Tragedia della funivia: tre fermati. «Manomesso il freno del Mottarone»
La funivia del Mottarone caduta

Hanno «ammesso» le tre persone fermate nella notte per l’incidente alla funivia del Mottarone. Lo afferma il comandante provinciale dei carabinieri di Verbania, tenente colonnello Alberto Cicognani. «Il freno non è stato attivato volontariamente? Sì, sì, lo hanno ammesso», dice l’ufficiale dell’Arma ai microfoni di Buongiorno Regione, su Rai Tre, nella mattinata di mercoledì 26 maggio. «C’erano malfunzionamenti nella funivia, è stata chiamata la manutenzione, che non ha risolto il problema, o lo ha risolto solo in parte. Per evitare ulteriori interruzioni del servizio, hanno scelto di lasciare la ’forchetta’, che impedisce al freno d’emergenza di entrare in funzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA