Varianti Covid, Lorini: «Pesa l’effetto Europei». Tra i ricoverati nessun vaccinato

Varianti Covid, Lorini: «Pesa l’effetto Europei». Tra i ricoverati nessun vaccinato

Il direttore dell’Area critica dell’ospedale Papa Giovanni XXIII: «Paghiamo le conseguenze degli assembramenti. Vaccinare al più presto anche le fasce più giovani».

Vaccini e nuovi strumenti per arginare il Covid. La campagna vaccinale procede tra speranze e nuovi timori. Uno di questi è l’aumento dei contagi con la variante Delta. «Non c’è da meravigliarsi, noi sappiamo due cose dall’inizio – sottolinea Luca Lorini, direttore del Dipartimento emergenza urgenza e area critica dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo –. I vaccini hanno un’efficacia dall’80 al 90% ed esiste nella migliore delle ipotesi una media del 15% di popolazione vaccinata che può contagiarsi. Ma esiste anche una gran fetta di popolazione che non è ancora vaccinata e, fin quando la popolazione non sarà tutta vaccinata tra l’80 e il 90% con la doppia dose, il virus continuerà a circolare e a variare per trovare il modo di sopravvivere ai vaccini. Quindi nulla di nuovo. Continueremo a vedere numeri diversi dei contagiati».

Professor Lorini, finora all’impennata dei contagi non è seguito un balzo significativo dei ricoveri. Qual è la spiegazione?

© RIPRODUZIONE RISERVATA