Velivolo caduto, il ricordo di Stefano «Grande passione per il volo sin da bimbo»

Velivolo caduto, il ricordo di Stefano
«Grande passione per il volo sin da bimbo»

Le parole di un cugino: «Una persona sensibile». Lunedì autopsia al Niguarda di Milano, martedì la camera ardente ad Albino.

Chi conosceva il cinquantunenne Stefano Mecca e sua figlia Marzia, di soli 15 anni, fatica ad esprimersi in un momento così drammatico.

Sono passati solo otto giorni dal quel maledetto sabato mattina. Stefano con le figlie Chiara (18 anni), Marzia e Silvia (gemelle quindicenni) era partito con il suo aereo da turismo dall’Aeroclub di Orio, quando un problema tecnico l’ha costretto a rientrare. In una manciata di minuti è successo l’irreparabile: l’aereo si è schiantato contro il terrapieno dell’Asse Interurbano, ha preso fuoco e per Marzia non c’è stato nulla da fare. Venerdì, a sei giorni dalla sciagura, è deceduto anche Stefano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA