Bergamo, fallimento Dentix «In difficoltà centinaia di clienti»

Bergamo, fallimento Dentix
«In difficoltà centinaia di clienti»

Dopo il lockdown, le sedi Dentix (dove lavoravano oltre 250 dipendenti) non hanno più riaperto al pubblico.

«Confidiamo che il Tribunale di Milano, attraverso i professionisti nominati, riuscirà a vendere una parte dei 57 centri Dentix Italia attraverso una procedura competitiva. Noi abbiamo segnalato che un interesse da parte del mercato c’è». Le parole sono dell’avvocato Giuseppina Ivone, che insieme al collega Fabrizio Di Marzio, ha assistito Dentix in questi mesi, ma con il fallimento dell’azienda dichiarato dal Tribunale di Milano il 22 ottobre (con sentenza del 30), la palla ora è in mano ai tre curatori Patrizia Pietramale, Simone Allodi e Beatrice Bompieri.

In caso di eventuali cessioni, le risorse ricavate andrebbero a rimpinguare quelle che verranno ripartite tra i creditori dell’azienda. E non sono pochi: i soli clienti che hanno versato anticipi o attivato finanziamenti nella nostra provincia sono qualcosa come «2 mila persone», come spiega Mina Busi, presidente di Adiconsum Bergamo. Chi intende insinuarsi nel fallimento per cercare di recuperare quote dei soldi spesi ha tempo fino al 18 gennaio 2021 (l’esame dello stato passivo è fissato per il 17 febbraio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA