Il paradosso dello scontrino elettronico Fa bene soprattutto a chi produce la carta

Il paradosso dello scontrino elettronico
Fa bene soprattutto a chi produce la carta

Il consumo doveva calare, invece cresce perché al cliente si rilascia il documento di garanzia Cartotecnica Mara di Val Brembilla: produzione a+ 5%

La sostituzione di scontrini e ricevute fiscali con i corrispettivi elettronici avrebbe dovuto ridurre il consumo di carta. Invece, paradosso tutto italiano, la quantità di rotolini termici usati è aumentata. «Da quando, lo scorso luglio, è entrata in vigore la nuova normativa abbiamo registrato un incremento della produzione tra il 3 e il 5% - conferma Giulia Zanardi, responsabile marketing di Cartotecnica Mara di Val Brembilla, uno dei circa trenta produttori italiani di rotoli di carta termica -. Il punto è che le transazioni vengono sì trasmesse per via telematica all’Agenzia delle Entrate, ma gli esercenti devono comunque rilasciare al cliente un documento necessario ai fini della garanzia o per eventuali resi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA