Intesa, nei progetti su Ubi l’assunzione di 2.500 giovani

Intesa, nei progetti su Ubi
l’assunzione di 2.500 giovani

Annunciato un nuovo credito per 30 miliardi in tre anni. Analisi di gradimento sul brand, i due titoli a picco nell’uragano in Borsa.

Attenzione al territorio con 30 miliardi di nuovo credito nel triennio 2021-2023, investimenti nel sociale raddoppiati e l’assunzione di 2.500 giovani. Sono questi alcuni degli elementi contenuti nel progetto di Intesa Sanpaolo per il nuovo gruppo bancario che dovrebbe prendere vita al termine dell’offerta pubblica di scambio volontaria su Ubi Banca. Intanto, sull’altro fronte, si attende il pronunciamento dei soci bresciani per capire se si allineeranno o meno alla posizione degli altri patti.

Tornando al progetto di Intesa, è prevista anche la creazione, secondo quanto si è appreso, di un centro di eccellenza a Pavia per l’agricoltura. Dopo il deposito alla Consob del documento per l’offerta lanciata da Intesa Sanpaolo si guarda così ai contenuti del progetto di integrazione dei due gruppi, mettendo più a fuoco gli obiettivi, anche se qualche anticipazione era già uscita nei giorni scorsi. Si tratta in particolare, secondo le finalità del gruppo che ha lanciato l’Ops, di una serie di iniziative finalizzate, nelle intenzioni di Intesa, a valorizzare ulteriormente il legame che la nuova banca avrà con i territori di appartenenza, con ricadute significative per le economie delle aree interessate e per la comunità che ne fanno parte. In questo contesto si inserisce appunto la creazione di un centro di eccellenza a Pavia con focus sull’agricoltura che coordinerà le attività del gruppo in questo settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA