Lavoro: record di occupati a giugno, mai così tanti dal 1977, i posti stabili trainano la crescita - I dati

Istat A giugno 2022, il tasso di occupazione in Italia sale al 60,1% (valore record dal 1977), quello di disoccupazione è stabile all’8,1% e il tasso di inattività scende al 34,5%. I posti stabili trainano la crescita, in calo autonomi e a termine.

Lavoro: record di occupati a giugno, mai così tanti dal 1977, i posti stabili trainano la crescita - I dati

A giugno 2022, il tasso di occupazione – cioè il numero di persone con un impiego sul totale della popolazione – in Italia sale a 60,1% (valore record dal 1977), quello di disoccupazione è stabile all’8,1% e il tasso di inattività scende al 34,5%. Lo segnala l’Istat sottolineando come, dopo il calo registrato a maggio, il numero di occupati torna ad aumentare per effetto della crescita dei dipendenti permanenti, superando nuovamente i 23 milioni. Rispetto a giugno 2021, il numero di occupati sale dell’1,8% (+400mila) soprattutto a causa dei lavoratori dipendenti che, a giugno 2022, ammontano a 18 milioni 100 mila, il valore più alto dal 1977, primo anno della serie storica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA